domenica 26 gennaio 2014

Neighbourly

"Avere dei buoni vicini è come 

avere una 

casa più grande"



È noto ai più che i rapporti con i miei precedenti vicini non era dei più rosei e ciò ha influito sulla decisione di cambiar casa e sulla scelta di quest'ultima; non che io mi faccia illusioni, vivere in condominio è un po come sedersi in perizoma in una cassetta di fichi d'India.



L'INVADENTE


Per amor di privacy lo chiameremo zio Fester!

Al primo incontro chiede quanto abbiamo pagato la casa. 
Al secondo che lavori faremo e quanto ci costeranno.
Ieri si presenta alla porta con moglie a seguito, aggira con scatto felino l'attonito geometra altrimenti detto Cenerentola (ma questa è un'altra storia!) e si ficca in casa; Cenerentola si riprende dallo shock appena in tempo per braccare l'invasore e chiedergli conto di cotanta audacia e lui...'sa, siccome anche noi prima o poi dovremo ristrutturare, volevamo dare un'occhiata per prendere qualche spunto'.

Ma perchè non te ne vai aff.....all'Ikea?

1 commento:

  1. L'esatto contrario di quello che è successo a me cambiando casa, sono stata "accolta" da condomini diffidenti, sospettosi e pronti a puntare il dito per ogni minima stupidaggine...altro che fichi d'india, qui sono ricci di mare con aculei moooolto appuntiti! Solidarietà!

    RispondiElimina