Pagine

mercoledì 15 ottobre 2014

Spooky House!

Assolutamente in tema con il periodo ci ritroviamo con la casa 'infestata' di pipistrelli!

Immagine tratta da google

I simpatici animaletti hanno preso domicilio nel cassonetto della zanzariera della cameretta numero 2.
Oggi, presa dal sacro fuoco delle pulizie, mi è venuto lo sfrenato desiderio di pulire il davanzale della suddetta finestra e non appena ho cominciato a tirar su la zanzariera ....bham! 
E' sucesso il fattaccio.
Colti alla sprovvista, loro ed io, ci siam presi tutti un colpo.
La prima bestiola è precipitata sul davanzale e poi giù dal davanzale in solitaria e prima che riuscissi a capacitarmi di cosa fosse venuto giù dal cielo...ribham!! Me ne piomba uno in testa, io do un colpo di cervicale che manco un giocatore di serie A alla finale del campionato e l'altro vellutato volatile  si spatascia per terra e resta stecchito zampe all'aria...o almeno così credo io.
Ritrovato un minimo di contegno, che non sono una che si prende paura però un colpo mi è preso lo stesso non fosse altro perla sorpresa, vado a prendere la scopa per rimuovere le povere spoglie, ma come faccio per avvicinarmi il disgraziato resuscita e comincia a svolazzarmi per tutta casa ed io dietro con scopa e paletta, una scena da candid camera.
Alla fine però sono riuscita a beccarlo l'insolente e a scaraventarlo giù dal balcone, sei piani di tempo per riprender quota e volare verso il tramonto...mi auguro che abbiano afferrato il messaggio gli abusivi.

Ragazzi che mattinata...poi dicono che la vita di una casalinga è monotona!!!

giovedì 9 ottobre 2014

Bai Jia Bei per Babybis

Una delle disdette dei secondi, ma anche terzi quarti quinti....figli, è sicuramente la condanna a ricevere in eredità abiti, giochi, libri  e quant'altro sia precedentemente appartenuto a chi è arrivato prima di loro.
E' un impulso a cui non si può resistere quello che ci spinge a "mettere da parte" quel maglioncino così carino che è ancora nuovo nuovo, quel gioco con cui il piccolo ha giocato pochissimo ( e magari ci sarà una ragione e non ci giocherà neanche chi viene dopo) e via di questo passo si riempiono gli armadi di roba  praticamente-come-nuova stipata in attesa di un nuovo proprietario.
Io non faccio eccezione ed ho il mio bel numero di scatole, custodite come scrigni preziosi, piene di calzini minuscoli, pigiamini e golfini, anche se devo ammettere di averli conservati più per tenerezza che per un futuro riutilizzo.
Che sia una femminuccia o un altro maschietto Babybis avrà sicuramente una bella dose di robine nuove visto che ci vorranno circa tre/quattro mesi tra l'abbinamento e la partenza ed in qualche modo dovremo pur farlo passare questo tempo e cosa c'è di più divertente del babyshopping?

Scherzi a parte, tutta questa premessa ha uno scopo che vado ad illustrare.

Come Chinatop (ora J.) anche il/la Babybis avrà di diritto la sua personalissima Bai jia bei, che non si pensi che non sia altrettanto ansiosamente desiderato e sognato; tuttavia è inutile negare che oggi non avrei ne il tempo ne la pazienza di attendere l'arrivo di 100 pezzetti di stoffa e 100 pensieri d'amore per il bimbo in arrivo, quindi ho pensato di barare un po e visto che ho uno scatolone  :-)  pieno degli "avanzi" (mhmmm come suona male..che la maledizione del secondo ricada su di te!!) delle stoffine ricevute per la trapunta di J. ho deciso che utilizzerò quelli donati dalla famiglia per cominciare a cucire la trapunta e poi farò il tour dei parenti per estorcere bigliettini d'amore pensati solo ed esclusivamente per Babybis.
Ovviamente non ho 100 pezzetti, che in famiglia siamo quattro gatti, quindi chi volesse partecipare a questo nostro progetto di love-crafting inviandoci il suo pensiero d'amore sarà il benvenuto ed avrà due possibilità:

1. inviare un pezzetto di stoffa in cotone di circa 25 x 25 cm con un biglietto su cui lasciare un pensiero, un augurio, una preghiera ed applicare un pezzettino della stoffa donata;

2. scegliere  un pezzetto di stoffa tra quelle già in mio possesso ( vedi foto qui sotto) e prenotarsi con un commento a questo post, impegnandosi a mandare un bigliettino come su indicato su cui poi applicherò il pezzetto della stoffa da voi scelta...ovviamente se qualcuno dovesse riconoscere la "sua" stoffina precedentemente inviata per la trapunta di J. avrà la precedenza.









Le foto sono penose, lo so, non mi dite niente che sono di frettissima e devo scappare a prendere il topastro da scuola...del resto che il 'macchinone' non  mi faceva diventare Helmut Newton da oggi a domani si sapeva ...   


Di volta in volta pubblicherò le foto delle stoffine e dei biglietti in arrivo su Bai jia bei per Chinatop ora Bai Jia bei per Chinatop e Babybis che trovate nella colonna a destra.

Scappo eh...e grazie a tutti!!!

domenica 5 ottobre 2014

Adozione step by step - I tempi dell'attesa

Rientrando sul blog mi sono resa conto che sono passati già un anno e sette mesi dalla nostra domanda di adozione, a pensarci bene è un bel po di tempo...sarà che questa volta il tempo sta volando impegnati come siamo con il baby number one.

Alla fine il mega-dossier è stato spedito a fine aprile in giro per l'Italia a ricevere gli ultimi timbri e visti, dopodiché è rimasto ad "invecchiare" come l'aceto balsamico per oltre due mesi in attesa dell'autorizzazione della CAI (Commissione Adozioni Internazionali) ad essere spedito e l'11 luglio è finalmente partito alla volta della Cina portando con se il nostro messaggio d'amore.
Al momento gli abbinamenti stanno avvenendo in media in 6 mesi il che vuol dire che siamo ipoteticamente quasi a mezza strada; da qualche parte in Cina il nostro fascicolo è probabilmente già sulla scrivania di qualcuno che magari proprio in questo momento guardando le nostre foto e sfogliando le nostre vite e sta per cambiarle per sempre ... il telefono potrebbe squillare in qualunque momento ... entusiasmante e spaventoso insieme.
A dire il vero questa è la fase più pesante di tutta l'avventura, tutto ciò che dipendeva da noi è stato fatto e non resta che aspettare che il destino faccia il suo corso .... assoluto e totale senso di impotenza ... può essere molto molto frustrante a volte.

Sin da quando abbiamo cominciato a preparare i documenti abbiamo raccontato a J. che faremo un lungo viaggio ed andremo in Cina a prendere una sorellina o un fratellino, solo che a tre anni la concezione spazio/tempo è molto vaga e particolare  e quindi circa un giorno si ed uno no ci chiede se "domani" partiamo per la Cina e sempre più spesso ci chiede di vedere le foto di quando lui era piccolo.
Sento avvicinarsi il momento in cui scoprirà o si renderà conto o qualcuno gli farà notare la sua 'particolarità', il suo essere fisicamente diverso da noi, il nostro essere una famiglia creata dal cuore prima che dalla natura. 
Non potremo raccontargli nulla del suo pur breve prima se non le nostre supposizioni, come soddisferemo il suo bisogno di sapere e di capire?

Credo che questo viaggio sarà per lui un'esperienza molto importante, servirà a rendere reale un avvenimento della sua vita che sino ad ora gli abbiamo solo raccontato: il momento speciale in cui siamo andati a prendere lui. 
Sarà un modo per rendere"naturale" ai suoi occhi  il fatto che alcune famiglie nascono in un altro Paese invece che in ospedale e ciò le rende uniche, speciali eppure identiche a tutte le altre famiglie in cui è l'amore che tiene insieme tutto e tutti.




martedì 30 settembre 2014

In punta di piedi

In punta di piedi e con un certo senso di contrizione, come doveroso dopo una così lunga assenza, faccio ritorno.

Ho cominciato rimandando un giorno o due, poi la pausa ha cominciato ad allungarsi ed i giorni sono diventati settimane e le settimane mesi, le cose succedevano una dopo l'altra e non sapevo più da dove cominciare e nel frattempo mi accorgevo che meno tempo al pc mi lasciava più tempo per altre cose e scoprivo e coltivavo altri interessi.

Abbiamo avuto una  lunga estate di mare ( nonostante il meteo altalenante ) e di piscina inframmezzata da ricoveri in ospedale, furti in appartamento, computer rotti e connessione inesistente, ma anche piena di nuovi hobbies e lavori in casa e perchè no un po di sana pigrizia.

Con calma, ma vigorosamente, rimetterò in funzione gli ingranaggi, spalancherò le finestre e lascerò entrare la luce, spazzerò via la polvere e riprenderò le fila del discorso, augurandomi di ritrovare i vecchi amici, sempre tenuti nel cuore e di incontrarne di nuovi.

 Vi aspettiamo a braccia aperte




P.s. Infinite scuse ed un grazie di cuore a tutti quelli che sono passati di qui chiedendosi che fine avessi fatto...è una gioia sentirvi vicini!!! 

giovedì 15 maggio 2014

Nozze di stagno

E senza accorgersene siamo arrivati ad un importante traguardo...10 anni di matrimonio!

Anche dieci anni fa spuntò fortunatamente il sole dopo una settimana di pioggia che ci aveva fatto rassegnare al peggio.

Il caro marito stamane a colazione ha commentato : 'Be per fortuna non mi sono ancora scocciato!'

È sempre stato un romanticone, del resto la proposta fu "Stavo pensando che visto che prima o poi mi devo sposare meglio te che ormai ti conosco che non dover ricominciare tutto da capo...che ne pensi?'

Penso che sei un po balordo amor mio, ma come dicesti tu ormai ti conosco ed alla fine siamo ancora qui insieme e qualcosa vorrà significare di questi tempi che le coppie non sopravvivono alla luna di miele.

Auguri caro ed altri dieci di questi anni movimentati e ricchi di emozioni.